LAVORO - DICEMBRE 2017

 

GLI ADEMPIMENTI DEL MESE DI DICEMBRE

 

LUNEDI' 18 DICEMBRE

Ritenute IRPEF mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento delle ritenute alla fonte operate da tutti i datori di lavoro, sostituti d'imposta, sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, corrisposti nel mese di novembre 2017.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

 

Contributi INPS mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi previdenziali, a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel periodo di paga di novembre 2017.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

 

Contributi INPS mensili Gestione separata

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento alla Gestione separata dei contributi dovuti su compensi erogati nel mese di novembre 2017 a collaboratori coordinati e continuativi.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

 

Contributi INPS gestione ex-ENPALS mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi previdenziali a favore dei lavoratori dello spettacolo, relativi alle retribuzioni maturate nel periodo di paga di novembre 2017.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

 

Contributi INPGI mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi previdenziali a favore dei giornalisti professionisti, relativi alle retribuzioni maturate nel periodo di paga di novembre 2017.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Accise”.

 

Contributi operai agricoli

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi relativi agli operai agricoli occupati nel trimestre aprile – giugno 2017.

 

Addizionali

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento delle addizionali regionale/comunale su redditi da lavoro dipendente (novembre 2017).

 

 

 DOMENICA 31 - MARTEDI' 2 (GENNAIO)

 

INPS gestione ex-ENPALS – Denuncia contributiva mensile unificata

Ultimo giorno utile per la presentazione della denuncia mensile unificata delle somme dovute e versate, relative al mese di novembre 2017, a favore dei lavoratori dello spettacolo.

Invio tramite Flusso UNIEMENS.

 

Invio telematico del Flusso UNIEMENS

Ultimo giorno utile per inviare telematicamente la denuncia mensile UNIEMENS dei dati retributivi e contributivi INPS per i lavoratori dipendenti e parasubordinati iscritti alla Gestione separata (co.co.co., lavoratori autonomi occasionali, incaricati della vendita a domicilio e associati in partecipazione) relativa ai compensi corrisposti nel mese di novembre 2017.

Presentazione all’INPS del Flusso UNIEMENS tramite Internet.

 

Stampa libro unico

Ultimo giorno utile per effettuare la stampa del Libro unico relativamente alle variabili retributive del mese di novembre 2017.

 

 

FESTIVITA' CADENTI NEL MESE DI DICEMBRE 2017

Venerdì 8: Festività dell’Immacolata Concezione

Lunedì 25: Santo Natale

Martedì 26: Santo Stefano

Eventuali festività legate alla ricorrenza del Santo Patrono.

 

 

                       LE SCADENZE CONTRATTUALI DEL MESE DI DICEMBRE

Di seguito si riportano le principali scadenze contrattuali relative al mese di Dicembre 2017. 

 

AGENTI E RAPPRESENTANTI – PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 17 settembre 2014 per la disciplina dei rapporti di agenzia e rappresentanza commerciale nel settore della piccola e media industria.

 

AGENZIE MARITTIME ED AEREE

 Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 17 dicembre 2014 per il personale dipendente dalle agenzie marittime raccomandatarie, agenzie aeree e mediatori marittimi.

 

AGRICOLTURA – CONTOTERZISTI

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 10 aprile 2015 per i dipendenti dalle imprese che esercitano attività di contoterzismo in agricoltura.

 

AGRICOLTURA – OPERAI

 Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 22 ottobre 2014 per gli operai agricoli e florovivaisti.

 

AUTOFERROTRANVIERI

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 28 novembre 2015 Autoferrotranvieri-Internavigatori (TPL-Mobilità).

 

CALL CENTER OUTBOUND 

Collaborazioni coordinate e continuative – Trattamento economico

L’accordo quadro nazionale 14 giugno 2016 per gli operatori telefonici dei call center che, nella modalità della collaborazione coordinata e continuativa, svolgono attività di vendita diretta di beni e di servizi, attività di recupero crediti, richieste di documentazione e attività ad esse correlate in modalità outbound ai sensi del D.Lgs n. 81/2015 ha previsto che nei mesi di luglio e dicembre, il compenso fisso mensile corrisposto al collaboratore, calcolato sull’effettiva presenza nella sede operativa, avrà una maggiorazione pari a 160,00 euro, a condizione che il collaboratore abbia nei tre mesi precedenti raggiunto 60 giorni di presenza effettiva.

 

CALL CENTER, SERVIZI NON DI TELEFONIA E SERVIZI TRAMITE OPERATORI TELEFONICI

Trattamento economico collaborazioni

L’ipotesi di accordo collettivo nazionale 14 luglio 2016 per la disciplina delle collaborazioni coordinate e continuative per call center, servizi non di telefonia e servizi realizzati attraverso operatori telefonici ha previsto che il corrispettivo spettante al collaboratore non deve essere inferiore agli importi minimi fissati in valori di paga oraria ed indicati al lordo delle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali previste dalla normativa vigente.

Il compenso:

  • deve essere commisurato alla qualità e quantità di lavoro necessario a far fronte all’incarico, alla professionalità ed al livello di raggiungimento degli obiettivi concordati;
  • verrà corrisposto con cadenza mensile, ad eccezione dei compensi mensili di importo pari o inferiore a 100,00 euro, che potranno essere corrisposti con cadenza trimestrale.

L’ipotesi di accordo stabilisce, inoltre, che:

  • la natura autonoma del rapporto preclude la maturazione di compensi straordinari, mensilità aggiuntive, ferie, indennità di fine rapporto o altri istituti riconducibili al lavoro subordinato;
  • salve condizioni di miglior favore stabilite a livello aziendale o individuale, al fine di garantire una copertura economica per il periodo di non lavoro dedicato al recupero delle energie psicofisiche, alle collaborazioni che fra il 1° gennaio ed il 31 dicembre realizzino almeno 500 ore di effettiva prestazione lavorativa verrà riconosciuta una somma forfettaria aggiuntiva al compenso orario pari a 0,50 euro lordi, di cui la prima in acconto nel mese di luglio e la seconda a conguaglio nel mese di dicembre. In caso di cessazione della collaborazione in corso d’anno, verrà corrisposto quanto effettivamente maturato, unitamente all’ultimo compenso.

 

CARTA – AZIENDE INDUSTRIALI

Trattamento di garanzia quadri

Il CCNL 4 novembre 2009 per i dipendenti delle aziende esercenti l’industria della carta e cartone, della cellulosa, pasta legno, fibra vulcanizzata e presfibra e per le aziende cartotecniche e trasformatrici della carta e del cartone ha previsto che, in relazione alla particolare funzione esercitata dai quadri, a decorrere dal 2010 la retribuzione annua degli stessi ai sensi dell’art. 37, Parte Prima, Nomenclatura (comprensiva quindi di superminimi, premi ed altri emolumenti comunque denominati) non può essere inferiore ad un minimo di garanzia pari al trattamento economico contrattuale annuo spettante aumentato del 7%.

Nel caso di retribuzione inferiore, la differenza sarà corrisposta nel mese di dicembre a titolo di “importo annuo aggiuntivo onnicomprensivo”.

 

CEMENTO – AZIENDE INDUSTRIALI

Nuovi minimi tabellari

Il CCNL 24 novembre 2015 per i dipendenti dalle aziende esercenti la produzione del cemento, della calce e suoi derivati, del gesso e relativi manufatti, delle malte e dei

materiali di base per le costruzioni, nonché la produzione promiscua di cemento, calce, gesso e malte ha previsto, a far data dal 1° dicembre 2017, degli incrementi retributivi.

 

CEMENTO – PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA (CONFAPI)

Nuovi minimi tabellari

L’accordo 24 gennaio 2017 per il rinnovo del CCNL 14 luglio 2014 per i dipendenti delle imprese esercenti la produzione del cemento, della calce e suoi derivati, del gesso e relativi manufatti, delle malte e dei materiali di base per le costruzioni, nonché la produzione promiscua di cemento, calce, gesso e malte ha previsto, a far data dal 1° dicembre 2017, degli incrementi retributivi.

 

CEMENTO – PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA (CONFIMI)

Nuovi minimi tabellari

L’accordo 18 aprile 2016 per il rinnovo del CCNL 15 luglio 2014 per i dipendenti delle imprese esercenti la produzione del cemento, della calce e suoi derivati, del gesso e relativi manufatti, delle malte e dei materiali di base per le costruzioni, nonché la produzione promiscua di cemento, calce, gesso e malte ha previsto, a far data dal 1° dicembre 2017, degli incrementi retributivi.

 

CINEMATOGRAFIA – DOPPIAGGIO FILMS

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 27 febbraio 2017 per gli attori doppiatori, direttori di doppiaggio, assistenti di doppiaggio e adattatori di dialoghi.

 

CONI – SERVIZI

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 14 dicembre 2016 per il personale non dirigente dipendente da CONI Servizi S.p.a. e delle Federazioni sportive nazionali.

 

FABBRICERIE

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 14 giugno 2017 per il personale delle fabbricerie.

 

IGIENE AMBIENTALE – AZIENDE PRIVATE

Nuovi minimi tabellari

L’accordo 6 dicembre 2016 per il rinnovo del CCNL 21 marzo 2012 per i dipendenti di imprese e società esercenti servizi ambientali ha previsto, a far data dal 1° dicembre 2017, degli incrementi retributivi.

 

LAPIDEI – AZIENDE INDUSTRIALI

Nuovi minimi tabellari

L’ipotesi di accordo 28 giugno 2016 per il rinnovo del CCNL 3 maggio 2013 per lavoratori dipendenti da aziende esercenti l’attività di escavazione e lavorazione dei materiali lapidei, ghiaia, sabbia e inerti ha previsto, a far data dal 1° dicembre 2017, degli incrementi retributivi.

 

LAVANDERIE – AZIENDE INDUSTRIALI

Elemento perequativo

L’ipotesi di accordo 13 luglio 2016 per il rinnovo del CCNL 19 giugno 2013 per i lavoratori dipendenti dalle imprese del sistema industriale integrato di servizi tessili e medici affini ha confermato, nelle imprese prive di contrattazione collettiva aziendale o nell’ipotesi che la stessa si concludesse senza accordo entro il mese di novembre di ciascun anno, la corresponsione ai lavoratori, con la retribuzione mensile di dicembre, di una somma lorda annua a titolo perequativo omnicomprensiva e non incidente sul TFR pari ad euro 200,00. Tale importo va riproporzionato in caso di inizio o cessazione del rapporto di lavoro nel corso dell’anno di riferimento o in caso di part-time (è considerata come mese intero la frazione di mese superiore a 15 giorni).

Qualora il rapporto di lavoro sia risolto prima del momento della corresponsione dell’elemento perequativo, fatti salvi i criteri di maturazione dello stesso, l’importo sarà erogato all’atto della liquidazione delle competenze di fine rapporto.

 

MARITTIMI

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL unico 1° luglio 2015 per il settore privato dell’industria armatoriale composto da due aree contrattuali di riferimento, ossia “Mare” e “Terra”, a loro volta costituite da “Sezioni” , relative agli addetti agli uffici, agli aliscafi, ai capitani di lungo corso e di macchina, alla nautica da diporto, alle navi da carico e passeggeri superiori a 151 t.s.l., alle navi da crociera o passeggeri, alle navi fino a 151 t.s.l., ai rimorchiatori e unità di soccorso, al personale di terra – uffici e terminals delle società di navigazione che esercitano l’armamento privato.

 

METALMECCANICA – AZIENDE INDUSTRIALI

Assistenza sanitaria integrativa

Il CCNL 26 novembre 2016 (la cui stesura definitiva è avvenuta il 19 luglio 2017) per i dipendenti dalle industrie metalmeccaniche private e della installazione di impianti ha previsto che dal 1° ottobre 2017 tutti i lavoratori in forza alla stessa data sono iscritti al Fondo mètaSalute, ferma restando la facoltà di rinuncia scritta. I lavoratori assunti successivamente saranno iscritti al Fondo con la prima finestra utile, così come definite dal Regolamento di mètaSalute.

Hanno diritto all’iscrizione al Fondo i lavoratori, non in prova, con contratto a tempo indeterminato compresi i lavoratori part-time, con contratto di apprendistato e con contratto a tempo determinato di durata non inferiore a 5 mesi a decorrere dalla data di iscrizione; in tale ultimo caso l’iscrizione è automaticamente prolungata in caso di proroga del contratto.

Per i suddetti lavoratori è prevista a decorrere dal 1° ottobre 2017 una contribuzione pari a 156,00 euro annui (suddivisi in 12 quote mensili da 13,00 euro l’una) a totale carico dell’azienda (viene azzerato il contributo al Fondo a carico del lavoratore), comprensiva delle coperture per i familiari fiscalmente a carico ivi compresi i conviventi di fatto ai sensi della Legge n. 76/2016 con analoghe condizioni reddituali.

Inoltre, l’iscrizione (secondo le modalità e gli importi previsti dal Regolamento del Fondo) è consentita, con copertura a loro totale carico, ai familiari non fiscalmente a carico appartenenti al nucleo familiare ivi compresi i conviventi di fatto.

La suddetta contribuzione è dovuta anche per i lavoratori in aspettativa per malattia, per i lavoratori sospesi interessati dalla CIG e, per massimo 12 mesi, per i lavoratori cessati a seguito di procedura di licenziamento collettivo ex Legge n. 223/1991, ovvero  ai sensi dell’art. 7 della Legge n. 604/1966, che beneficiano della NASpI.

In presenza di forme di sanità integrativa unilateralmente riconosciute dal datore di lavoro la contribuzione a carico dell’azienda per ogni singolo dipendente non potrà essere inferiore a decorrere dal 1° ottobre 2017 a 156,00 euro annui (suddivisi in 12 quote mensili da 13,00 euro l’una).

Nell’ipotesi di azienda in cui sussistano forme di sanità integrativa derivanti da accordi collettivi, ai lavoratori non coperti o già aderenti a mètaSalute si applica quanto previsto dalla presente intesa.

Per i lavoratori coperti da altre forme di assistenza sanitaria integrativa in  sede aziendale si procederà ad una armonizzazione dei contenuti dell’accordo per adeguare, entro il 31 dicembre 2017, la contribuzione a carico del datore in misura non inferiore a 156,00 euro annui.

Ai fini del confronto con altre polizze sanitarie il parametro di riferimento è costituito dall’importo di 156,00 euro annui, comprendendo la copertura per i familiari fiscalmente a carico, inclusi i conviventi di fatto con analoghe condizioni reddituali.

Fino all’entrata in vigore della nuova disciplina restano invariate le modalità di contribuzione in essere.

Elemento di mensilizzazione

Il CCNL 20 gennaio 2008 per i dipendenti dalle industrie metalmeccaniche private e della installazione di impianti ha previsto che agli operai in forza al 31 dicembre 2008, a partire dall’anno 2009 con la retribuzione del mese di dicembre, viene riconosciuta un’erogazione annua ragguagliata a 11 ore e 10 minuti a titolo di elemento individuale annuo di mensilizzazione non assorbibile.

In caso di risoluzione del rapporto, l’elemento spetta in proporzione dei dodicesimi maturati (la frazione di mese superiore a 15 giorni è considerata mese intero).

Protocollo per l’applicazione del CCNL alle PMI – Festività

Il Protocollo 13 novembre 2013, per l’armonizzazione di alcuni istituti contrattuali per facilitare l’applicazione del CCNL dell’industria metalmeccanica alle aziende che applicavano il CCNL metalmeccanica – piccola e media industria (sottoscritto da Confapi), ha previsto che, fermo restando l’emolumento annuo pari ad 11 ore e 10 minuti derivante dalla mensilizzazione, ai soli dipendenti operai in forza alla data del passaggio al CCNL dell’industria metalmeccanica, a compensazione del diverso trattamento previsto dai due CCNL delle festività infrasettimanali cadenti dal lunedì al venerdì, nonché dell’Epifania cadente il sabato o la domenica, viene corrisposto un elemento retributivo annuo ragguagliato a 12 ore e 10 minuti, valorizzate con l’importo retributivo in atto alla data di applicazione del CCNL metalmeccanica industria.

Tale importo viene corrisposto con la retribuzione del mese di dicembre, ovvero può essere suddiviso in quote mensili.

 

MOBILITÀ – ATTIVITÀ FERROVIARIE

Nuovi minimi tabellari

L’ipotesi di accordo 16 dicembre 2016 (ratificata il 17 gennaio 2017) per il rinnovo del CCNL 20 luglio 2012 della Mobilità/area contrattuale Attività Ferroviarie ha previsto, a far data dal 1° dicembre 2017, degli incrementi retributivi.

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 16 dicembre 2016 (ratificato il 17 gennaio 2017) della Mobilità/area contrattuale Attività Ferroviarie.

 

OCCHIALI – AZIENDE INDUSTRIALI

Elemento perequativo

L’ipotesi di accordo 19 luglio 2016 per il rinnovo del CCNL 9 novembre 2013 per gli addetti alle aziende che producono occhiali e articoli inerenti l’occhialeria ha previsto, nel caso di assenza di contrattazione collettiva aziendale con contenuti economici, o nel caso in cui la contrattazione si chiudesse senza un formale accordo entro il mese di novembre di ogni anno, l’erogazione con la retribuzione di dicembre di una somma lorda annua a titolo perequativo, onnicomprensiva e non incidente sul TFR.

Gli importi lordi sono fissati nelle seguenti misure:

  • euro 310,00 per l’anno 2016;
  • euro 310,00 per l’anno 2017;
  • euro 320,00 per l’anno 2018.

In caso di inizio o cessazione del rapporto lavorativo nel corso dell’anno di riferimento, la somma sarà riproporzionata pro quota con riferimento a tanti dodicesimi quanti sono stati i mesi di servizio prestato dal lavoratore (la frazione di mese superiore a 15 giorni sarà considerata mese intero). La cifra sarà riproporzionata anche in caso di part-time.

Nel caso in cui la risoluzione del rapporto intervenga prima del momento della corresponsione dell’elemento perequativo, in assenza di contratto aziendale, l’importo proporzionalmente maturato sarà corrisposto all’atto della liquidazione delle competenze di fine rapporto.

 

PENNE SPAZZOLE E PENNELLI – AZIENDE INDUSTRIALI

Elemento perequativo

L’ipotesi di accordo 22 novembre 2016 per il rinnovo del CCNL 27 novembre 2013 per i lavoratori dipendenti dalle industrie produttrici di penne spazzole e pennelli ha previsto che, in assenza di contrattazione collettiva aziendale, o nel caso in cui la contrattazione si chiuda senza un formale accordo entro il mese di novembre di ciascun anno, va erogata con la retribuzione del mese di dicembre una somma lorda annua a titolo perequativo, onnicomprensiva e non incidente sul TFR.

Tali importi lordi sono stabiliti in

  • 265,00 euro per l’anno 2016,
  • 265,00 euro per l’anno 2017 e
  • 275,00 per l’anno 2018,

da erogarsi rispettivamente con la retribuzione di dicembre 2016, dicembre 2017 e dicembre 2018.

In caso di inizio o di cessazione del rapporto di lavoro nel corso dell’anno di riferimento, la cifra sarà riproporzionata pro-quota con riferimento a tanti dodicesimi quanti sono stati i mesi di servizio prestato dal lavoratore, considerando come mese intero la frazione di mese superiore a 15 giorni; la somma sarà altresì riproporzionata in caso di attività a part-time.

Qualora la risoluzione del rapporto di lavoro intervenga antecedentemente al momento della corresponsione dell’elemento perequativo, in assenza di contratto aziendale, l’importo proporzionalmente maturato, verrà corrisposto all’atto della  liquidazione  delle competenze di fine rapporto.

 

PESCA MARITTIMA – IMPRESE COOPERATIVE – PERSONALE NON IMBARCATO

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 26 luglio 2017 per il personale non imbarcato dipendente da cooperative esercenti attività di pesca marittima, maricoltura acquacoltura e vallicoltura.

 

POLIGRAFICI

Modifica istituti contrattuali

L’accordo 10 maggio 2017 per i dipendenti di aziende editrici e stampatrici di giornali quotidiani ed agenzie di stampa ha previsto modifiche ad alcuni istituti contrattuali, finalizzate a favorire l’incremento dell’occupazione nel settore. L’accordo, entrato in vigore l’11 maggio 2017 e con validità sino al 31 dicembre 2017, ha introdotto una particolare disciplina per le nuove assunzioni di lavoratori poligrafici, riguardante i seguenti aspetti:

  • orario di lavoro;
  • gratifica natalizia;
  • trattamenti integrativi aziendali;
  • previdenza complementare.

Le Parti si sono impegnate a recepirne integralmente i contenuti nel prossimo rinnovo contrattuale e, comunque, saranno fatti salvi gli effetti prodotti dall’applicazione dell’intesa nei confronti delle assunzioni/trasformazioni effettuate nell’arco del periodo di vigenza.

 

PRODUZIONE CULTURALE E SPETTACOLO – AZIENDE COOPERATIVE 

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 6 novembre 2014 per artisti, tecnici, amministrativi e ausiliari dipendenti da società cooperative e imprese sociali operanti nel settore della produzione culturale e dello spettacolo.

 

RADIOTELEVISIONE – EMITTENTI PRIVATE 

Assistenza sanitaria integrativa

L’accordo 15 dicembre 2016 per i dipendenti dalle imprese radiotelevisive private,  ferma restando, per le aziende prive di assistenza sanitaria integrativa, l’applicazione del piano sanitario del fondo Salute Sempre per l’anno 2015, ha previsto la proroga al 31 dicembre 2017 della durata della polizza sanitaria del fondo.

Il costo massimo, a totale carico azienda per il primo anno, è stabilito in 120,00 euro annui.

 

RETIFICI MECCANICI DA PESCA

Elemento perequativo

L’ipotesi di accordo 27 luglio 2017 per il rinnovo del CCNL 17 marzo 2014 per il personale addetto ai retifici meccanici da pesca ha previsto, a favore dei lavoratori in forza alla data di stipula dell’accordo (27 luglio 2017), in aziende prive contrattazione di 2° livello con contenuti economici, l’erogazione, con la retribuzione del mese di dicembre 2017 a titolo perequativo, di una somma annua pari ad euro 285,00.

Con riferimento all’anno successivo (2018), tale cifra sarà pari ad euro 300,00 sempre con corresponsione nel mese di dicembre.

Rimane inteso che per l’anno 2016, così come previsto dal precedente CCNL, l’erogazione dell’elemento perequativo è confermata nella cifra di 270,00 euro.

Si sottolinea che tale importo:

  • va riproporzionato in caso di inizio o cessazione del rapporto di lavoro nel corso dell’anno di riferimento (2017 – 2018), considerando come mese intero la frazione di mese superiore 15 giorni;
  • è soggetto a riproporzionamento nell’ipotesi di prestazione a tempo parziale;
  • nel caso di risoluzione del rapporto lavorativo prima della sua corresponsione, fermi restando i criteri di maturazione dello stesso, va riconosciuto all’atto della liquidazione delle competenze di fine rapporto.

 

SACRISTI

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 21 gennaio 2015 per i sacristi addetti al culto dipendenti da enti ecclesiastici.

 

SICUREZZA SUSSIDIARIA NON ARMATA E INVESTIGAZIONI – FEDERPOL

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 22 dicembre 2014 per i dipendenti degli Istituti investigativi privati e Agenzie sicurezza sussidiaria o complementare.

 

TAXI – AZIENDE COOPERATIVE

Una tantum

L’ipotesi di accordo 29 novembre 2016 per il rinnovo del CCNL per i dipendenti delle cooperative esercenti attività nel settore taxi, radio taxi e settori strumentali e collaterali al trasporto pubblico locale non di linea ha previsto, a favore di tutti i lavoratori in forza alla data di sottoscrizione dell’accordo (29 novembre 2016), la corresponsione di un importo forfettario a titolo di una tantum pari ad euro 240,00 lordi per il livello C3, con relativa riparametrazione sugli altri livelli contrattuali.

Tale somma viene erogata in 3 tranches di pari importo:

  • 80,00 euro con la retribuzione di dicembre 2016;
  • 80,00 euro con la retribuzione di giugno 2017;
    • 80,00 euro con la retribuzione di dicembre 2017. Si sottolinea che l’una tantum:
    • è proporzionalmente ridotta sulla base dei mesi di effettivo servizio (le frazioni di mese pari o superiori a 15 giorni sono considerate come mese intero, mentre quelle inferiori sono trascurate);
    • viene riproporzionata per i rapporti part-time sulla base dell’effettiva prestazione;
    • non è utile ai fini del calcolo degli istituti di retribuzione diretta ed indiretta, sia legali che contrattuali, né del TFR.

 

TERZIARIO – CONFESERCENTI

Assistenza sanitaria integrativa

L’ipotesi di accordo 12 luglio 2016 per il rinnovo del CCNL 15 marzo 2011 (ratificato con modifiche l’11 aprile 2011) per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi ha previsto che, a partire dal mese di dicembre 2017, i quadri dovranno essere iscritti alla Cassa Qu.A.S. secondo la convenzione in essere, previa armonizzazione statutaria da effettuarsi entro il mese di giugno 2017.

 

Elemento economico di garanzia

L’ipotesi di accordo 12 luglio 2016 per il rinnovo del CCNL 15 marzo 2011 (ratificato con modifiche l’11 aprile 2011) per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi ha previsto che l’erogazione dell’elemento economico di garanzia avverrà con la retribuzione di dicembre 2017.

Si ricorda che lo stesso spetta ai lavoratori a tempo indeterminato, nonché agli apprendisti e ai contratti di inserimento in forza a novembre 2017, che risultino iscritti nel libro unico da almeno sei mesi.

Si sottolinea che l’accordo non riporta l’importo spettante al VII livello, che in base ai previgenti rinnovi contrattuali dovrebbe essere pari a quello previsto per il V e VI livello. Viene precisato che l’importo spettante:

  • sarà calcolato in proporzione all’effettiva prestazione lavorativa svolta nel periodo 1° gennaio 2015 – 31 ottobre 2017 e le frazioni di anno saranno computate, a tutti gli effetti contrattuali, per dodicesimi, computandosi come mese intero le frazioni di mese superiori o uguali a 15 giorni;
  • ai lavoratori a tempo parziale sarà calcolato secondo il criterio di proporzionalità (art. 76 CCNL);
  • è assorbito, sino a concorrenza, da ogni trattamento economico individuale o collettivo aggiuntivo rispetto a quanto previsto dal CCNL Terziario, che venga corrisposto successivamente al 1° gennaio 2016;
    • non è utile ai fini del calcolo di nessun istituto di legge o contrattuale, ivi compreso il TFR.

Si segnala che si tratta di un istituto sperimentale legato alla durata del rinnovo.

Scadenza del CCNL

In data 31 dicembre 2017 è prevista la scadenza del CCNL 12 luglio 2016 per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi.

 

TESSILI E ABBIGLIAMENTO – PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA

Una tantum – Tessili vari

L’accordo 9 novembre 2015 per la graduale confluenza del CCNL Tessili vari / Torcitura e Filatura Serica del 2 settembre 2010, scaduto il 31 marzo 2013 e non più rinnovato, nel vigente CCNL 7 ottobre 2013 UNIONTESSILE CONFAPI ha definito le modalità per il progressivo passaggio delle aziende dalla disciplina del CCNL Tessili vari a quella del CCNL Tessili e abbigliamento – Piccola e media industria.

Con riferimento agli arretrati relativi al periodo aprile 2013 – ottobre 2015 è prevista la corresponsione di un importo forfettario a titolo di una tantum pari ad euro 2.270,00 lordi complessivi.

Tale somma sarà erogata in tranche di pari importo alle normali scadenze retributive  mensili, comprensive della 13.ma mensilità, a partire dal mese di aprile 2016 fino al mese di dicembre 2017.

A proposito dell’una tantum si conviene che:

  • tale importo è commisurato all’anzianità di servizio maturata ed all’orario di lavoro prestato nel suddetto periodo, con riduzione proporzionale nelle ipotesi di servizio militare, aspettativa, congedo parentale, cassa integrazione ordinaria, straordinaria, in deroga o contratto di solidarietà;
  • eventuali somme erogate a titolo di acconto sui futuri aumenti e/o sull’una tantum per vacanza contrattuale dal 1° aprile 2013 alla data di stipula del presente  accordo, in qualunque forma corrisposte e comunque denominate, saranno assorbite fino a concorrenza del suddetto importo complessivo;
  • in caso di risoluzione del rapporto lavorativo prima della sua completa erogazione, le somme residue non ancora versate verranno liquidate unitamente alle spettanze di fine rapporto;
  • non è utile agli effetti del computo di alcun istituto contrattuale e legale né del TFR;
    • le sole aziende che, nel periodo della sua corresponsione, si trovino in situazione di difficoltà, con ricorso ad ammortizzatori sociali straordinari per almeno 12 mesi consecutivi o avvio di una procedura concorsuale, potranno sottoscrivere accordi collettivi aziendali e/o con le OO.SS. territoriali maggiormente rappresentative per lo slittamento dei termini di erogazione.

 

TRASPORTO A FUNE 

Nuovi minimi tabellari

Il CCNL 12 maggio 2016 per i dipendenti da aziende esercenti impianti di trasporto a fune ha previsto, a far data dal 1° dicembre 2017, degli incrementi retributivi. 

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA DEI COOKIE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL'UTILIZZO DEI COOKIE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER SAPERE COME MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA PRIVACY&COOKIE POLICY.