LAVORO - DICEMBRE 2018

Le ultime novità

LE ULTIME NOVITÀ

 

Sconto artigiani per il 2018

 

 

Decreto Ministero del Lavoro e MEF delll’11 ottobre 2018

È stato pubblicato nella sezione “Pubblicità legale” del portale www.lavoro.gov.it il Decreto con il quale viene stabilito che la riduzione spettante alle imprese artigiane, che non hanno avuto infortuni nel biennio 2016/2017, è fissata in misura pari al 7,09% dell’importo del premio assicurativo dovuto per il 2018.

Incentivi all’assunzione di donne: i settori e le professioni con disparità di genere validi per il 2019

 

 

Decreto Ministero del Lavoro e MEF del 28 novembre 2018

Come noto, in settori e professioni caratterizzati da una significativa differenza di genere sono previste agevolazioni contributive per l’assunzione di donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi. Ai fini della corretta applicazione dei suddetti incentivi è stato pubblicato (sezione “Normativa” del portale del Ministero del Lavoro) il Decreto per l’individuazione dei suddetti settori e professioni per l’anno 2019.

Edilizia: confermata all’11,50% la riduzione contributiva per il 2018

 

Decreto Interministeriale
del 4 ottobre 2018

Il 23 novembre 2018 è stato pubblicato, nella sezione “Pubblicità legale” del sito www.lavoro.gov.it, il Decreto con il quale viene confermata, per l’anno 2018, la riduzione contributiva in edilizia nella misura dell’11,50%.

Trasferimento in un Paese UE durante l’assenza di malattia

 

 

 

 

Messaggio INPS n. 4271 del
16 novembre 2018

Qualora un lavoratore, durante l’assenza per malattia, si trasferisca in un altro Paese UE, l’indennità di malattia continua ad essere erogata solo previa autorizzazione al trasferimento.

In particolare, ai fini del riconoscimento dell’indennità di malattia, il lavoratore che intende trasferirsi deve inviare una preventiva comunicazione alla Sede INPS di competenza per le necessarie valutazioni medico legali. La Sede competente convocherà il prima possibile il lavoratore per la visita di controllo ambulatoriale, al termine della quale gli sarà rilasciato il verbale valutativo.

Illegittima la quantificazione dell’indennità risarcitoria prevista dal Jobs Act

 

 

 

 

Corte Costituzionale,
Sentenza n. 194/2018

La Corte Costituzionale ha sancito l’illegittimità, per contrasto con il principio di uguaglianza, dell’art. 3, comma 1, della Legge n. 23/2015 in quanto prevede che l’unico criterio di quantificazione dell’indennità risarcitoria per licenziamento illegittimo sia l’anzianità di servizio e non prende in considerazione altri parametri. Il giudice del lavoro ha la facoltà di decidere discrezionalmente sulla base di parametri flessibili l’ammontare del ristoro per il lavoratore illegittimamente licenziato, seppur nel rispetto dei limiti minimi e massimi di mensilità fissati dalla legge e modificati dal c.d. “Decreto Dignità”.

 

COMMENTI

 Come noto, dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro privati (a prescindere dalla forma giuridica) ed i committenti non possono più corrispondere la retribuzione/compenso ai lavoratori, o loro anticipi, per mezzo di denaro contante ma devono utilizzare, tramite una banca o un ufficio postale, esclusivamente una delle seguenti modalità:

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la Nota n. 5828/2018, ha precisato che i datori di lavoro/committenti che violano l’obbligo in esame sono soggetti ad una sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro; tale sanzione prescinde dal numero di lavoratori interessati dalla violazione e, considerato che la periodicità di erogazione della retribuzione è, di norma, mensile, trova applicazione per ciascun mese in cui si è verificato l’illecito.

La sanzione viene quantificata nella misura ridotta, e quindi è pari a 1/3 del massimo, ossia a 1.666,66 euro, per ogni mensilità per cui si è protratto l’illecito, a prescindere dal numero di lavoratori che sono stati interessati dalla violazione (ossia quelli a cui il compenso dovuto è stato erogato in contanti).

 

Si ipotizzi, ad esempio, che la violazione si sia protratta per 3 mensilità in relazione a 2 lavoratori.

In tal caso, la sanzione sarà pari a euro 1.666,66 x 3 = euro 5.000,00.

Il medesimo importo si calcola qualora, per lo stesso periodo (3 mensilità), i lavoratori interessati dalla violazione siano in numero minore o maggiore.

La determinazione della sanzione, infatti, non tiene conto del numero dei lavoratori coinvolti ma, in caso di pagamenti mensili, del numero dei mesi per i quali si è protratto l’illecito.

Ad integrazione di quanto sopra, l’INL, con la Nota n. 9294/2018, prende in esame l’ipotesi in cui gli organi ispettivi abbiano accertato l’impiego di lavoratori in “nero” ed abbiano riscontrato che i medesimi lavoratori siano stati remunerati in contanti e non mediante gli strumenti di pagamento sopra richiamati.

L’Ispettorato ritiene che, in tal caso, la sanzione prevista per i pagamenti non effettuati con strumenti tracciabili può coesistere con la maxisanzione per lavoro “nero”. Di conseguenza, in aggiunta alla contestazione della maxisanzione per lavoro “nero”, non può di per sé escludersi l’applicazione della suddetta sanzione per il pagamento in contanti (somma da 1.000 a 5.000 euro).

L’Ispettorato precisa, infine, che, in caso di utilizzo di lavoratori in “nero” e di accertata corresponsione giornaliera della retribuzione (in quanto, in caso di lavoratori in “nero”, la periodicità dell’erogazione della retribuzione potrebbe non seguire l’ordinaria corresponsione mensile), si potrebbero configurare tanti illeciti per quante giornate di lavoro in “nero” sono state effettuate.

 

GLI ADEMPIMENTI DEL MESE DI DICEMBRE 2018

 

DOMENICA 16 ® LUNEDì 17

Ritenute IRPEF mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento delle ritenute alla fonte operate da tutti i datori di lavoro, sostituti d'imposta, sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, corrisposti nel mese di novembre 2018.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

Contributi INPS mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi previdenziali, a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel periodo di paga di novembre 2018.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

Contributi INPS mensili Gestione separata

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento alla Gestione separata dei contributi dovuti su compensi erogati nel mese di novembre 2018 a collaboratori coordinati e continuativi.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

Contributi INPS gestione ex-ENPALS mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi previdenziali a favore dei lavoratori dello spettacolo, relativi alle retribuzioni maturate nel periodo di paga di novembre 2018.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

Contributi INPGI mensili

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi previdenziali a favore dei giornalisti professionisti, relativi alle retribuzioni maturate nel periodo di paga di novembre 2018.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Accise”.

Contributi operai agricoli

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento dei contributi relativi agli operai agricoli occupati nel trimestre aprile – giugno 2018.

Versamento a mezzo dichiarazione unificata, Modello F24 “Fisco/INPS/Regioni”.

Addizionali

Ultimo giorno utile per effettuare il versamento delle addizionali regionale/comunale su redditi da lavoro dipendente (novembre 2018).

 

LUNEDì 31

INPS gestione ex-ENPALS – Denuncia contributiva mensile unificata

Ultimo giorno utile per presentare la denuncia mensile unificata delle somme dovute e versate, relative al mese di novembre 2018, a favore dei lavoratori dello spettacolo.

Invio tramite Flusso UNIEMENS.

 

 

Invio telematico del Flusso UNIEMENS

Ultimo giorno utile per inviare la denuncia mensile UNIEMENS dei dati retributivi e contributivi INPS per i lavoratori dipendenti e parasubordinati iscritti alla Gestione separata (co.co.co., lavoratori autonomi occasionali, incaricati della vendita a domicilio e associati in partecipazione) relativa ai compensi corrisposti nel mese di novembre 2018.

Presentazione all’INPS del Flusso UNIEMENS tramite Internet.

Stampa libro unico

Ultimo giorno utile per effettuare la stampa del Libro unico relativamente alle variabili retributive del mese di novembre 2018.

 

 

 

FESTIVITÀ CADENTI NEL MESE DI DICEMBRE 2018

Sabato 8: Festività dell’Immacolata Concezione

Martedì 25: Santo Natale

Mercoledì 26: Santo Stefano

Eventuali festività legate alla ricorrenza del Santo Patrono.  

 

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA DEI COOKIE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL'UTILIZZO DEI COOKIE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER SAPERE COME MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA PRIVACY&COOKIE POLICY.