FATTURA ELETTRONICA DAL 1 LUGLIO : NOVITA'

 

DAL 1 LUGLIO

 

Stop ESENZIONE SANZIONI per la FATTURA ELETTRONICA

A partire dal 1° luglio 2019 diverranno pienamente operative le disposizioni introdotte in modifica all’art. 21 del D.P.R. n. 633/1972 con D.L. n. 119/2018, art. 11 , secondo le quali la fattura deve essere emessa entro dieci giorni dall'effettuazione dell'operazione determinata ai sensi dell'art. 6 del D.P.R. n. 633/1972. Con emendamento approvato al D.L. "Crescita", i 10 giorni diventeranno 12, concedendo un piccolissimo spazio ulteriore di manovra, che tuttavia non allevia le preoccupazioni di quei contribuenti abituati alle tempistiche previste dal “periodo transitorio” attualmente vigente, che prevede la possibilità di emettere la fattura, in assenza di sanzioni, entro il termine previsto per la propria liquidazione IVA.

Andiamo nel seguito ad analizzare gli aspetti operativi della disposizione, che in prima istanza riguarderà esclusivamente i contribuenti a liquidazione IVA trimestrale, posto che per i mensili il periodo “transitorio” è stato esteso sino al 30 settembre 2019.

Quali contribuenti sono interessati ai nuovi termini di fatturazione

Secondo quanto originariamente previsto dal D.L. n. 119/2018 , le “nuove” modalità e tempistiche di emissione e trasmissione delle fatture elettroniche, che sono poi le modalità e le tempistiche “a regime”, ovvero quelle previste come standard dalla norma, fatto salvo il periodo transitorio, dovevano entrare in vigore per la totalità dei contribuenti a partire dal 1° luglio 2019.

In sede di conversione del summenzionato D.L. n. 119/2018 in legge 17 dicembre 2018, n. 136, all’art. 10 - che disciplina il “periodo transitorio” che consente la trasmissione telematica delle fatture elettroniche entro il termine della propria liquidazione IVA, in assenza di sanzioni - è stato inserito un periodo che estende tale periodo transitorio, ma solo a favore dei contribuenti che effettuano la liquidazione periodica dell’imposta sul valore aggiunto con cadenza mensilesino a tutto il 30 settembre 2019.

Pertanto:

- i contribuenti mensili, per tutte le operazioni compiute sino al 30 settembre 2019, potranno continuare ad emettere le fatture elettroniche con le modalità attualmente in uso, potendo procedere alla trasmissione telematica entro il termine della propria liquidazione IVA in assenza di sanzioni, e senza necessità di dover datare la fattura in base alla data di effettiva trasmissione (con conseguente ulteriore obbligo di indicare la diversa data in cui si è verificata l’esigibilità);

- per i contribuenti trimestrali, le nuove regole (trasmissione del file fattura XML entro 10 giorni dalla data di esigibilità ed evidenza di tale data, se diversa dalla data fattura) saranno in vigore già per le operazioni compiute a partire dal 1° luglio 2019.

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA DEI COOKIE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL'UTILIZZO DEI COOKIE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER SAPERE COME MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA PRIVACY&COOKIE POLICY.