DECRETO "RILANCIO"

 

DECRETO “RILANCIO”: misure a sostegno di famiglie, professionisti e imprese

 

Le principali misure fiscali e di sostegno a Famiglie, Imprese e Professionisti riguardano:

  • IRAP – ESENZIONE VERSAMENTO dovuto per il 2019 e della prima rata pari al 40% dell’acconto dovuto per il 2020. Rimane fermo l’obbligo di versamento degli acconti per il periodo di imposta 2019.
  • CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO: i soggetti ammessi sono soggetti titolari di reddito d’impresa e di lavoro autonomo e di reddito agrario, titolari di Partita Iva. Sono esclusi i professionisti iscritti alla gestione separata. Condizione necessaria è che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2020 è inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2019.

La domanda dovrà essere presentata in via telematica all’Agenzia delle Entrate (anche attraverso intermediario abilitato) entro 60 giorni dall’invio della procedura telematica di presentazione della stessa.

  • BONUS 600 EURO esteso per il mese di aprile 2020 (cumulabili con l’assegno ordinario di invalidità).
  • INDENNITA’ € 1000 per PROFESSIONISTI per il mese di maggio 2020. Si tratta di professionisti iscritti alla gestione separata, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, i quali hanno subito una riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020, rispetto al secondo bimestre 2019.
  • Riconosciuto anche per il mese di aprile e maggio 2020 l’indennità di euro 600 per i PROFESSIONISTI CON CASSA DI PREVIDENZA PRIVATA.
  • INDENNITA’ LAVORATORI AUTONOMI SENZA P.IVA di euro 600per i mesi di aprile e maggio, per coloro che hanno cessato/ridotto/sospeso la loro attività o il rapporto di lavoro (già in essere dal 23 febbraio 2020).
  • ECOBONUS – SISMABONUS: è previsto l’incremento al 110% della detrazione spettante a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, con riferimento alle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021. La detrazione può essere fruita in 5 rate di pari importo.

Gli interventi devono assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, ovvero, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta, da dimostrare mediante attestato di prestazione energetica. I beneficiari dell’agevolazione potranno cedere la detrazione d’imposta ad una banca, una assicurazione o altro intermediario finanziario oppure scontare subito lo sgravio fiscale nella fattura dei fornitori che a loro volta saranno liberi di cederlo a una banca o ad latri soggetti.

La detrazione con aliquota del 110% non spetta se le spese si riferiscono a interventi su edifici unifamiliari non adibiti ad abitazione principale.

 

  • CREDITO D’IMPOSTA nella misura del 60% per ADEGUAMENTO DEGLI AMBIENTI DI LAVORO utilizzabile esclusivamente in compensazione dell’anno 2021. Inoltre è riconosciuto un  credito del 60% sulle spese di sanificazione ambientale sostenute entro il 31 dicembre 2020.
  • DETRAZIONI FISCALI: per le spese sostenute negli anni 2020 e 2021 per determinate tipologie di interventi, è possibile alternativamente ottenere uno sconto sul corrispettivo dovuto al fornitore, il quale a sua volta recupererà l’importo sotto forma di credito d’imposta, oppure trasformare il relativo importo con la facoltà di cederlo ad altri soggetti (comprese le banche).
  • SOSPENSIONE VERSAMENTI: sono stati prorogati ulteriormente i termini di sospensione dei versamenti previsti dal Decreto Cura. I pagamenti potranno essere effettuati in un'unica soluzione a partire dal 16 settembre 2020 o in quattro mensili rate di pari importo con il versamento della prima rata entro la predetta data.
  • REDDITO D’EMERGENZA: per i soggetti residenti in Italia, i quali hanno un reddito familiare nel mese di aprile, inferiore all’ammontare del beneficio, con un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento al 2019 inferiore a 10 mila euro e con un valore Isee inferiore a 15 mila euro.

il REM viene erogato in due quote. La domanda deve essere presentata entro il 30 giugno 2020, utilizzando un apposito modello predisposto dall’Inps.

  • IVA – MASCHERINE: fino al 31 dicembre 2020 tali cessioni saranno esenti da iva, con diritto di detrazione delle imposte pagate sugli acquisti e sulle importazioni di beni e servizi. A partire dal 2021 si applica l’aliquota Iva del 5%.
  • SOSPENSIONE ACCERTAMENTI TRIBUTARI per i quali i termini di decadenza scadono tra l’8 marzo 2020 e il 31 dicembre 2020, sono emessi entro il 31 dicembre 2020 e sono notificati nell’anno 2021, salvo casi di indifferibilità e urgenza, o al fine del perfezionamento degli adempimenti fiscali che richiedono il contestuale versamento dei tributi. I termini di decadenza per la notificazione delle cartelle di pagamento sono prorogati di un anno.
  • AFFITTI – CREDITO D’IMPOSTA del 60% del canone mensile di locazione, leasing, concessione di immobili adibiti ad uso non abitativo, destinati alo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico, esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo. Ne beneficiano i soggetti locatari, se esercenti attività economica, i quali abbiano subito una diminuzione di fatturato / corrispettivi di almeno il 50% nel mese di riferimento rispetto allo stesso mese del periodo d’imposta precedente. Credito utilizzabile esclusivamente in compensazione successivamente all’avvenuto pagamento.
  • SANZIONI CORRISPETTIVI: le sanzioni sono inapplicabili fino la 1° gennaio 2021, nei confronti degli operatori che non sono in grado di dotarsi entro il 1° luglio 2020 di un registratore telematico o di utilizzare la procedura web messa a disposizione dell’Agenzia delle Entrate. Tali soggetti restano comunque obbligati ad emettere scontrini o ricevute fiscali, registrare i corrispettivi e trasmettere telematicamente con cadenza mensile all’Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi giornalieri.
  • Slitta al 1° gennaio 2021 l’avvio della LOTTERIA DEI CORRISPETTIVI.
  • ROTTAMAZIONE TER: il termine finale della sospensione dei termini di versamento dei carichi affidati all’agente della riscossione è differito dal 31 maggio al 31 agosto 2020. Il versamento di tutte le rate della “rottamazione-ter” in scadenza nel 2020 può essere effettuato entro il 10 dicembre 2020. Inoltre è stata disposta l’eliminazione della preclusione alla possibilità di chiedere dilazioni del pagamento dei debiti inseriti nelle dichiarazioni di adesione alla definizioni agevolate per i quali il richiedente non abbia poi provveduto al pagamento di quanto dovuto.
  • COMPENSAZIONE F24: limite elevato a 1 milione di euro.
  • TAX CREDIT VACANZE: è riconosciuto un credito a favore dei nuclei familiari con Isee non superiore a 40 mila euro, da utilizzare per il pagamento dei servizi offerti in ambito nazionale delle imprese turistico-ricettive. In attesa di provvedimento direttoriale dell’Agenzia delle Entrate.
  • TAX CREDIT PUBBLICITA’: per il solo 2020 è previsto l’innalzamento dal 30 al 50% dell’importo massimo dell’investimento ammesso al credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari.
  • AMPLIAMENTO MOD.730: viene ampliata la platea dei contribuenti che possono presentare il modello 730 dipendenti senza sostituto d’imposta, anche in presenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio. Ciò al fine di superare le difficoltà che potrebbero verificarsi nell’effettuazione delle operazioni di conguaglio da assistenza fiscale per l’insufficienza dell’ammontare complessivo delle ritenute operate dal sostituto d’imposta.

 

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA DEI COOKIE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL'UTILIZZO DEI COOKIE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER SAPERE COME MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA PRIVACY&COOKIE POLICY.